Salse e sughi pronti come fatti in casa

 
 

Con gusto, secondo tradizione

 
 

All’altezza di ogni tuo piatto

 
 

Onesti e genuini

 
DA DOVE VIENE

Gli aztechi lo chiamavano xitomati, i francesi anticamente lo definivano pomme d’amour “pomo d’amore”, riconoscendone
le proprietà afrodisiache, alla fine dell’800 arrivava nel Mezzogiorno d’Italia ed in Calabria. Qui
il pomodoro è frutto della profonda unione tra uomo e territorio, le coltivazioni sono realizzate a maturazione
graduale con una piantagione tempisticamente scaglionata, questo ci consente anche una maturazione graduale,
permettendoci di lavorare pomodori maturi da metà luglio a metà ottobre.
I pomodori utilizzati per le nostre produzioni provengono solo ed esclusivamente dalla nostra amata Calabria.
Caratterizzato da un tipico profumo, da un sapore intenso e dolce, da un colore rosso vivo che se maturato
con il sole contiene un’alta concentrazione di licopene, un potente antiossidante che è molto salutare per
una corretta dieta Mediterranea.
COME LO LAVORIAMO

CONTROLLO DI QUALITÀ

Il pomodoro viene scelto nelle varietà idonee alla coltivazione e produzione, ogni fase (dalla messa a dimora
delle piantine alla raccolta) viene seguita con cura.
Il pomodoro maturo viene raccolto tassativamente a mano. Prima dell’ingresso in azienda, vengono eseguiti
controlli di qualità, attraverso parametri di valutazione che verificano: grado zuccherino, acidità, colore, assenza
di corpi estranei, l’assenza di eventuali maltrattamenti durante la raccolta.

SCARICO

Il pomodoro, se risulta idoneo si accetta in azienda e in meno di 24 h viene lavorato.

LAVORAZIONE

Il pomodoro superata questa prima selezione, con dei getti d’acqua viene lavato, ulteriormente selezionato
da operatori preposti, che su appositi nastri, provvedono ad eliminare eventuali imperfezioni del frutto, così
preparato segue, tutte le altre fasi di lavorazione, tagliati, cotti, spremuti, passati, leggermente salati, imbottigliati
e pastorizzati in pentoloni proprio come si faceva una volta , ottenendo la famosa bottiglia della “A Sarsa da
Nunna”.
COME LO GARANTIAMO

Per noi difendere il consumatore significa prima di tutto amare la propria azienda, rispettare se stessi, gli altri
e l’ambiente, controlliamo accuratamente tutte le fasi della vita del pomodoro, dalla coltivazione alla tassativa
raccolta a mano, garantiamo un prodotto maturato al sole, quindi gradatamente come avviene in natura, ecco
perchè scartiamo tassativamente la raccolta meccanica che, per applicarla i pomodori devono essere contemporaneamente
tutti maturi e questo in natura non esiste, se non intervenendo con prodotti chimici a
base di ARSENICO (che è un potentissimo veleno), che fa maturare contemporaneamente i pomodori per
la raccolta meccanica.
I CRITERI PER GARANTIRE IL CONSUMATORE

Promuovere i valori di tradizione, italianità, qualità e salubrità dei suoi pomodori.
Questi principi si traducono in primo luogo nell’utilizzo di solo pomodoro italiano e calabrese ed in un lavoro
meticoloso per mantenere alti standard qualitativi. Tutte le attività dell’azienda Sapori Antichi mirano a garantire
e valorizzare la tipicità delle produzioni, il loro legame con il territorio, le tradizioni agronomiche, culturali
e tipiche calabresi.
La promessa di qualità è resa possibile da un insieme di fattori:
• Collaborazione forte con le aziende agricole produttrici
• Controlli pianificati alle colture
• Severi sistemi di controllo del pomodoro in entrata in azienda, incluso quello del gusto e della sapidità.
LE CERTIFICAZIONI

L’azienda Sapori Antichi per garantire la massima qualità delle sue produzioni combina ricerca e innovazione.
La certificazione UNI EN ISO 9001-2008 ottenuta e rilasciata dall’ente di controllo RINA
ha un grandissimo valore, garantisce, infatti, il rispetto di un insieme di procedure di controllo molto accurate,
sia della “Sapori Antichi” che delle aziende che con essa collaborano. Essa nasce dall’elaborazione della
metodica HACCP integrata nel Sistema Qualità per la salvaguardia della salute e la sicurezza del consumatore;
applicando la tracciabilità delle produzioni, dalla coltivazione fino al consumatore finale.
BUONO E FA BENE

Il pomodoro è l’emblema della tavola, della tradizione culinaria italiana e della
dieta mediterranea. È un alimento genuino e semplice, appartenente alla famiglia
delle solanacee, che può essere assunto quotidianamente nel nostro regime
alimentare. Oltre che gustoso e versatile per la preparazione di moltissimi
piatti, il pomodoro ha proprietà benefiche per il nostro organismo. Povero in
calorie, con un buon contenuto in minerali e oligoelementi, ricco di acqua, dotato
di tutte le vitamine idrosolubili. È un alimento leggero, rimineralizzante,
dissetante, idratante e ricco di sapore, quindi con un ottimo equilibrio nutrizionale.
Il suo ingrediente fondamentale è l’acqua (94%). Le proteine non superano
l’1% e i grassi sono fermi allo 0,2%. Un altro 2,8% è costituito dai carboidrati,
rappresentati per lo più da fruttosio e glucosio. Nella componente acquosa
del pomodoro sono disciolte decine di sali minerali e di oligoelementi. Tra i
primi, predomina il potassio (297 mg/100 g), che aiuta l’organismo a ritrovare
l’equilibrio idrico. Segue il fosforo (26 mg), che concorre al metabolismo dei
carboidrati, grassi e proteine ed è fondamentale con il calcio per la salute di
ossa e denti. Il calcio (11 mg/100 g), a sua volta, dà equilibrio al sistema nervoso;
Tra gli oligoelementi, i più presenti sono il ferro (0,3 mg/100 g), fondamentale
nella lotta all’anemia, lo zinco (0,11 mg) e il selenio (2,3 mcg) che favoriscono
la riparazione delle cellule e, per questo, combattono i segni dell’invecchiamento
cutaneo.
Il sapore caratteristico del pomodoro è dovuto alla presenza nella sua polpa
dell’acido citrico e malico, acidi organici che facilitano la digestione, Il pomodoro
apporta tutte le vitamine idrosolubili ed è un’ottima fonte di vitamina C
(25 mg).
Inoltre, nel pomodoro è presente la vitamina A sotto forma di betacarotene
(610 mcg ogni 100 g), responsabile del suo bel colore. È sufficiente un pomodoro
di 100 g per coprire il 15% della quantità di betacarotene che andrebbe
assunta ogni giorno.
Studi più recenti hanno messo in evidenza un componente per secoli poco indagato:
il licopene, l’unico carotenoide di colore rosso, presente nel pomodoro
in quantità generose e a cui deve, in gran parte, il suo colore. La
caratteristica che rende interessante il licopene, e che sta moltiplicando gli
studi scientifici su di esso, è la sua capacità di proteggere le cellule e i tessuti
dall’azione nociva dei radicali liberi, che sono responsabili dei processi d’invecchiamento
e di molte patologie tumorali. Sono veri e propri elisir di lunga vita,
svolgono nell’organismo la funzione di soldati delle molecole, contribuendo a
proteggerlo dai tumori, più il pomodoro matura al sole più alto è il suo
contenuto, ecco perchè noi raccogliamo a mano solo i pomodori
maturi.